contatore accessi

Ristoshock: Quanti incassi fai se il Marketing non ce l’hai?

[jamiesocial]

Ristoshock: Quanti incassi fai se il Marketing non ce l’hai?

Ristoshock: Quanti incassi fai se il Marketing non ce l’hai?

Ciao e benvenuto, oggi una chiacchierata entusiasmante su un soggetto altrettanto incredibile… si lo ammetto ho preso ispirazione di questo titolo e l’ho adattato alla ristorazione, ma ne valeva la pena:  Ristoshock: Quanti incassi fai se il Marketing non ce l’hai?

Se non sei un Ristoratore serio, non andare avanti a leggere, perchè perderesti il tuo tempo…

Ok, oggi parleremo della cosa più assurda che vedo fare tutte le settimane: aspettare che il cliente arrivi… ah lo so già che mi manderai gli accidenti, ma non me ne frega nulla, devo dirtelo… stai ancora aspettando che il tuo cliente arrivi, allora qui in Lombardia direbbero: “Na ciapum pù de rat qi..!” e la traduzione sarebbe: Di topi non ne prendiamo più… e questa la dice lunga…

Per quanto mi piaccia scherzare su questo, ora ti sto parlando seriamente, mai stata più seria di così, perchè l’azienda che tu hai in mano ora è qualcosa che costa migliaia di euro ogni settimana che passa e se non tu programmi, come diceva l’illustre Jim Rohn,  ti programmi per essere dimenticato.

Ma torniamo alla domanda che avevo fatto in testata:

Ristoshock: Quanti incassi fai se il Marketing non ce l’hai?

Ora voglio dirti la differenza dei numeri, delle persone che si programmano e quelle che non lo fanno: c’è un abisso in questo, perchè tu non puoi aspettare che gli eventi accadano se non li fai accadere. Un ristorante ha provato per mesi ad andare avanti da solo senza fare alcunché di Marketing, e il risultato è stato avere incassi da pietà, andati sotto le scarpe, senza portare ricchezza sia in banca, che al proprio cassetto, perchè vedi… il problema non sta nel tuo cassetto; il problema sta negli impegni che tu hai contratto con banche e altro… e quando si ammucchiano, dopo è un disastro…e ti dico che anche se i tuoi piatti sono fantastici, all’effetto degli incassi, questo non conta un bel nulla.

Ora, da quando lo assisto, questo posto è letteralmente cambiato, e tutte le settimane porta ricchezza, prima per se stesso, e poi assolve i suoi impegni che ha contratto con terzi, e questo è meraviglioso, progettare i tuoi incassi è qualcosa che non ha paragone… Oggi una persona mi ha detto: ma cosa significa programmare gli incassi? Voglio fare luce si questo: programmare gli incassi significa sapere ad esempio che, se tu incassi 10-mila euro a settimana, ipotesi, solo un esempio, e per coprire i tuoi impegni , coprirli e viaggiare con l’incasso giusto ne dovresti incassare 18-mila,  su questo il marketing ti dà una grande mano, perchè ti aiuta ad arrivare all’obbiettivo. Col marketing lo puoi fare, puoi raggiungere l’Obbiettivo.

Ma io sono sicura che in cuor tuo tu pensi che tutti i giorni la gente possa venire da te perchè cucini da Dio, (con tutto rispetto per Dio) e questo è già fantastico, ma non lo è se tu non hai clienti che varcano la soglia del tuo Ristorante, perchè finiresti col mangiarti da solo le pietanze…e vorrei che tu rileggessi questa ultima frase… finiresti col mangiarti da solo le pietanze.

  1. ma…Il problema è la crisi…
  2. ma…il problema sono i soldi…
  3. ma…il problema è che i clienti non arrivano perchè ho tanta concorrenza…
  4. ma…il problema è che io non sono capace,
  5. ma… la gente è invidiosa e dal paese non arriva nessuno…

Se sapessi quante volte ho sentito queste frasi…troppe, e la suonata non cambia…

La suonata invece cambierebbe se e  quando un Imprenditore prende la decisione di cambiare e aggiornarsi, di voltare pagina, perché vedi, la crisi non è solo in Italia, è a livello mondiale, è a livello Europeo, la crisi in parte è anche dentro di te, perché non sai quale sistema attuare, non sai per quale sistema devi aggiornarti, e questo è davvero qualcosa che ti blocca e non hai via d’uscita, perchè non riesci a comprendere che i tempi sono davvero cambiati, e che la comunicazione è davvero cambiata.

Il Marketing invece è magico, non ha pretese, è solo una macchina da guerra che lavora per te, Il marketing è qualcosa che tu implementi e va da solo, dopo un pò ti produce tanta di quella ricchezza che lo puoi applicare per qualsiasi tipo di ristorante e le cose avrebbero solo una cosa positiva: puoi acquisire Tanti clienti Nuovi e tanti incassi quanti vorrai…Se lo fai nel modo giusto, e adatto al tuo settore, non un marketing tanto al KILO…

Ma perché la maggiora parte degli Imprenditori in Italia e nel resto del mondo ancora non usa correttamente il Marketing?

Perché bisogna impegnarsi, studiare, mettere del tempo e avere costanza… ma allora dimmi, e scusa se te lo dico, cosa serve a lamentarsi se tu non metti costanza su come apprendere per la tua azienda a portare ricchezza?

Ogni Imprenditore è responsabile se porta ricchezza oppure no alla propria azienda… e su questo non ci piove… ma senti una cosa: quando tu hai firmato per acquistare il tuo Locale e hai speso 200-mila euro, pensavi che le mura e le sedie e il tuo personale, e i tuoi piatti, lavorassero da soli????

Perché è questo che tantissimi Imprenditori della Ristorazione, non comprendono, non lo comprendono per nulla, o per lo meno pensano che sia così… e stanno giornate intere a guardare i tavoli vuoti, pensando che da soli si possano riempire…

Questo non ha senso, il tuo ristorante è a se stante, è un’istituzione di cemento o di legno che da sola non va, non lavora e non incassa…e bada bene, se una volta valeva il detto che “E’ colui che è all’interno del locale che fa il locale…” ora non è più così, perchè potresti anche essere simpatico, ma se non offri al cliente la possibilità di arrivare da te con proposte valide, tutta la tua simpatia crolla.

Ora ti voglio fare un esempio: giorni fa sono passata sulla strada che conduce all’entrata di un sentiero di un percorso sulla montagna… e lì una volta c’era un ristorante che lavorava davvero benissimo; bèh fuori, nel cortile c’era il proprietario, e passando, dopo averlo salutato,  ho scambiato 4 chiacchiere… e te le voglio raccontare:

  1. Bellissimo locale…Da quanto avete chiuso?
  2. 4 anni, e sì, era davvero un bel locale e lavoravamo anche tanto, solo che io ormai sono anziano e non me la sono sentita più di andare avanti…
  3. Ma non poteva vendere?
  4. E chi lo acquista oggi? Se lo regalo sicuro che me lo acquistano, ma così io ho messo dentro una vita di lavoro, e lo tengo così io, quando troverò qualcuno realmente interessato, lo vederò…
  5. Ok, ma se lavoravate tanto, a parte l’età, perchè lo ha chiuso realmente?
  6. Perchè gli incassi non supportavano le tasse…
  7. Ah, ma gli incassi allora non erano molti…
  8. No, ultimamente la concorrenza non ci faceva lavorare e gli incassi non erano più come un tempo; noi lavoravamo solo sul passante, una ristorazione tradizionale…
  9. E’ un peccato davvero, perchè è un locale fantastico…ma non avete provato ad aggiornarvi?
  10. In che senso? Non so cosa voglia dire…
  11. Nella comunicazione col cliente, le cose sono cambiate…
  12. Non saprei da che parte prendere, non saprei poi se funziona…
  13. Un peccato davvero, pensare che con un pò di marketing avreste potuto riempire costantemente questo posto stupendo…(ma mi sono accorta che la parola marketing suonava come l’arrivo dell’astronave su Marte…)

Ora vorrei farti ragionare su questa conversazione: ma è il Ristoratore Italiano ad essere rimasto indietro, oppure la ristorazione che è cambiata e sta continuamente cambiando, senza trovare adesioni e fiducia sulla comunicazione da parte degli Imprenditori?? Quale ipotesi puoi fare nel 2015?

Puoi ancora sperare di andare avanti con un carrettino con l’asinello in una autostrada a 4 corsie???

Non più, e non sono io solo a dirtelo, lo dimostrano i numeri di coloro che applicano il Marketing e chi non lo sta applicando… ricorda,  i tuoi costi annuali sono già programmati, quanto tempo ci impiegherai a comprendere che anche gli incassi vanno programmati?

Si lo so che ora stai pensando: ma questa gli ha dato di volta il cervello!!! mai stata più sincera di così!!! Mai stata più schietta di così!!! perchè le persone a volte ascoltano solo quello che vogliono ascoltare, salvo poi lamentarsi quando non incassano nulla.

Ho una montagna di Ristoratori che pensano che i consigli che dispenso dovrebbero essere gratuiti. ma tu spendi 200-mila euro e poi lasci lì la tua istituzione pensando che lavori da sola? e vorresti che io gratuitamente portassi ricchezza al tuo cassetto perchè tu non ti aggiorni?

La prima responsabilità di un Imprenditore è imparare come portare ricchezza alla propria azienda e questo richiede studio, pazienza e forza di volontà, e soprattutto RESPONSABILITA’.

 Se un Imprenditore non trova la forza di investire nell’apprendere come portare ricchezza alla propria azienda è meglio che non si metta a capo della stessa,

perchè l’azienda è come un bambino, che va educato, e va cresciuto, è la stessa cosa.

Ecco perchè la frase dell’inizio:

Ristoshock: Quanti incassi fai se il Marketing non ce l’hai?

Allora perchè non provi per una volta fare il contrario? Apprendere come portare ricchezza per poi incassare realmente?

Summary
Article Name
Ristoshock: Quanti incassi fai se il Marketing non ce l'hai?
Description
oggi una chiacchierata entusiasmante su un soggetto altrettanto incredibile... si lo ammetto ho copiato questo titolo e l'ho adattato alla ristorazione, ma ne valeva la pena: Ristoshock: Quanti incassi fai se il Marketing non ce l'hai?
Author

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *